per sentirmi, klikka  


BUONE pratiche / BUONE situazioni
galleria di situazioni buone e/o sufficienti
cerco immagini e video per questa galleria, mandami anche 2 Giga di file con wetransfer.com​​
IMPORTANTE: questo sito e monumentivivi.it hanno la missione di far circolare BUONE PRATICHE REFERENZIATE e cioè validate da verifiche pubblicate. In ogni caso qui ci sono solo immagini e video pere stimolare l'attenzione MA per un accesso alla corretta e completa informazione andare alla pagina DOCUMENTI SCARICABILI per consultare fonti pubblicate . Però siamo sempre  alla ricerca di  utili  contributi che possano far riflettere  sulla casistica esistente che pur  frutto di situazioni accidentali e casuali  potrebbero essere utili per arricchire la sperimentazione a favore di BUONE PRATICHE VALIDATE pubblicate. Per non parlare di interventi fatti da persone di buona volontà  e  riscontrati come validi (vedi: Chiesa di S. Giovanni Battista  a Riomaggiore (SP) che forse sono citati in articoli o lavori  non reperiti.  Grazie perciò per ogni contributo e mi raccomado di associare a immagine/video un file di TXT o DOC etc.. con le annotazioni che servono per quel caso e cioè: autore segnalazione, suoi recapiti mail e telefonici, località precisa, spiegazione, data, etc...
Ciao​. rondonecomune@gmail.com

FERRI M. GELATI A. & FERRARESI M. 2007 - schema in sez. longitudinale della riduzione delle buche pontaie per la ESCLUSIONE SELETTIVA del solo colombo a favore di rondoni, chirotteri, ppiccoli passeriformi, rettili, ...  Lo schema è stato sperimentato, applicato e documentato in FERRI ET AL. 2011, GELATI et al. 2011(2014) etc.. vedi DOCUMENTI SCARICABILI. La riduzione selettiva, qui fatta con uno sbecco di mattone per avere un effetto molto estetico e con un piano inclinato di 40-45° all'esterno (anti appoggio per colombi), può essere ottenuta anche ocn una rete opportunamante tagliata oltri metodi. Vedi DOCUMENTI SCARICABILI 
scorri la pagina verso il basso per le immagini e i  video
aggiornati al 28.06.2016
Museo Università di Modena e Reggio E. - diorama della metà del XIX secolo con una coppia di rondone comune nidificanti sotto un coppo, una situazione quindi ben nota e e che per larga parte ancoras è sfruttata dalla maggior parte dein rondoni comuni in Italia. Ma la situazione si sta erodendo anno dopo anno e i tetti senza grondaie sono ormai rari. La presenza di grondaie può essere accettata dai rondoni se posizionate moltopiù basse della linea delle cavità della prima fila di coppi
FERRI M; 2015, 5 luglio - Riomaggiore (Cinque Terre, SP): la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista  ha avuto la meritori attenzione di qualcuno che sulla fiancata è intervenuto applicando alle buche pontaie una rete anti colombo (1x1 cm circa) ma opportunamente tagliata alla base in modo da far accedere i rondoni che hanno mantenuto qui una bella colonia di comuni. Ma usano lqueste buche anche i passeri d'Italia e i gechi. Nle caso di uso do reti metalliche tagliate NON applicare mai la feritoia nella parte alta (un tempo consigliato per salvaguardare i chirotteri) ma solo in basso: i chirotteri la useranno ugualmente ma soprattutto la useranno i piccoli uccelli 
FERRI M:, 2015 27 giugno. Carpi (MO) La Torre degli Spagnoli delò bel castello dei Pio e una parte del palazzo non hanno grondaie e hanno la prima fila di coppi libera. Le associazioni LIPU; WWF, AsOER e CNN e il CEAS hanno chiesto al Comune di NON prevedere di mettere grondaie né di chiudere i coppi. Il video mostra il beneficio che hanno i ronodnin comuni da questa situazione assolutamnete da proteggere
FERRI M:, 2015 28 giugno. Mantova, castello di san Giorgio. Gran parte del castello non ha grondaie ed ha i coppi liberi. Il video mostra il beneficio che hanno i ronodnin comuni da questa situazione assolutamente da proteggere